Gaudì e la Sagrada Famìlia


Oggi giorno l'immagine della Basilica della Sagrada Família è nota in tutto il mondo, soprattutto in seguito alla cerimonia di dedicazione da parte del Santo Padre Benedetto XVI, evento che ha diffuso e proiettato internazionalmente la grandezza del tempio. Questa chiesa, comunque, ha alle spalle una lunga storia. Le sue stesse origini, l'intervento di un architetto eccezionale quale Antoni Gaudí (1852-1926) e il fatto che ancora oggi sia in costruzione, o sia divenuta – come si proponeva lo stesso Gaudí – un baluardo della fede cristiana nel cuore della città, sono elementi che suscitano curiosità. Ma la storia di quest'opera non è ancora nota del tutto, e neanche il messaggio in essa contenuto.
È proprio questo il proposito della presente mostra itinerante: far conoscere i valori artistici della Basilica e l'originalità dei processi costruttivi che la stanno rendendo possibile, e in particolare divulgare il profondo contenuto simbolico e religioso che racchiude.
Per raggiungere tale obiettivo è stata preparata una mostra itinerante che comprende elementi religiosi, architettonici ed artistici.
La mostra "Gaudí e la Sagrada Família"
si suddivide in tre grandi sezioni, che consentono di cogliere e capire la forma
e il contenuto della Basilica:

- Introduzione,

- Antoni Gaudí

- Sagrada Família

Ognuna di tali sezioni è composta a sua volta da altre piccole sottosezioni che spiegano
le origini della Basilica, le diverse fasi della costruzione e le sue peculiarità architettoniche e costruttive analizzando a fondo la spiritualità che vi si respira e il messaggio religioso
in esso contenuto. Si afferma, a questo proposito, che la Sagrada Família sia la Bibbia in pietra e il Vangelo in luce.

Il materiale espositivo è composto da diversi pannelli che combinano testi, fotografie, grafici e piante, completati a loro volta
da due audiovisivi, e da un plastico che mostra come sarà il tempio a costruzione ultimata.
E' inoltre presente la riproduzione di un busto di Antoni Gaudí, realizzato dall'artista Josep M. Subirachs, e una croce opera dello scultore Carles Mani, commissionatagli dallo stesso Gaudí.

Si offre anche la possibilità di effettuare un tour virtuale all'interno del tempio. Il percorso della mostra si conclude con una sala dedicata alla preghiera, uno spazio di meditazione che ricrea l'atmosfera interna della basilica.

La mostra sarà aperta dal 3 dicembre 2013 al 12 gennaio 2014.