Presentata la visita di Benedetto XVI a Loreto del prossimo 4 ottobre


È stato presentato questa mattina presso la sede della Regione Marche il programma di massima della visita che papa Benedetto XVI effettuerà a Loreto per affidare alla Madonna il Sinodo dei Vescovi che si aprirà l’11 ottobre e l’Anno della Fede. 
“Ripetendo il gesto fatto da Giovanni XXIII il Santo Padre porterà con sé a Loreto la preghiera dell’intera Chiesa”, ha detto mons. Giovanni Tonucci, l’arcivescovo Delegato Pontificio di Loreto, “e questo pellegrinaggio vuole rinnovare l’impegno a riflettere sulla nuova evangelizzazione”. Ricordando come Joseph Ratzinger sia stato in visita già sette volte a Loreto, mons. Tonucci ha sottolineato anche come la sua devozione per la Madonna e per la Santa Casa abbia un forte contenuto teologico. Forte sarà anche il valore storico dell’avvenimento: “Il viaggio verso le Marche di Papa Roncalli”, ha detto Tonucci, “fu la prima uscita fuori dai confini del Lazio di un pontefice dopo l’Unità d’Italia, e così facendo inaugurò una nuova stagione e un nuovo stile dei successori di Pietro. E’ un’occasione simbolica per ribadire la volontà di mantenere rapporti fecondi e piena collaborazione tra istituzioni laiche e religiose”
“E’ motivo di onore e felicità”, ha dichiarato da parte sua il presidente della Regione Gian Mario Spacca, che ha offerto la disponibilità della struttura regionale alla Santa Casa per la realizzazione di un evento che si preannuncia carico di significato. 
Il sindaco della città mariana, Paolo Nicoletti, ha ricordato come la prossima visita papale veda “riconfermato il legame intimo di Loreto con il Santo Padre”
Per l’occasione si stima la presenza nella sola piazza antistante la Basilica di oltre 5 mila persone. Il programma del 4 ottobre prevede l’arrivo in elicottero di Benedetto XVI  al Centro Giovanni Paolo II, in località Montorso, verso le ore 10. Da lì ci sarà il trasferimento in papamobile al santuario lauretano. “E’ mio desiderio”, ha detto Tonucci, “che lungo il percorso che porterà il Papa fino al santuario le finestre e i balconi delle case siano addobbati a festa, con drappi e belle coperte, così come è tradizione del nostro popolo in occasione particolarmente solenni”
Giunto sul sagrato della Basilica della Santa Casa il Santo Padre dopo aver risposto ai saluti di Tonucci e Niccoletti sosterà brevemente in preghiera all’interno della Santa Casa, per poi celebrare alle ore 11 (con diretta televisiva su RAIUNO) la Santa Messa sul sagrato di piazza della Madonna (in caso di pioggia verrà celebrata all’interno della Basilica) . Al termine della celebrazione il Papa tornerà al Centro Giovanni Paolo II dove si intratterrà con i Cardinali ed i Vescovi presenti. Dopo il saluto agli organizzatori dell’evento, il pontefice ripartirà in elicottero da Montorso attorno alle ore 17.